venerdì 1 giugno 2007

INCIUCIO. L'OMERTA' DELLA POLITICA

A pochi giorni dalla finora ufficiosa rielezione del sindaco Fortugno, voglio pubblicare il testo della e-mail che ho spedito ai dirigenti politici diessini, rifondaroli ed ai quotidiani a proposito dello scandaloso e sfacciato inciucio tra due forze politiche opposte quali sono i DS e FORZA ITALIA. Fortunatamente l'elettorato non ha premiato questa alleanza "poltronistica" e opportunistica facendo cadere la storica LISTA TROMBA e scardinando il primato del partito diessino ai danni di una forza che in pochi anni è riuscita a conquistare il comune, l'UDC.
Ovviamente di risposte non ne sono venute!!! (tranne che dal presidente della Camera Bertinotti).
Come se la cosa ci tenessero tutti a tenerla nascosta ed a celarla sotto una spessissima coltre di profonda omertà, qualità che dalle nostre parte tende essere attibuita ad una "potente impresa privata" :-).
Vi allego qui di seguito la mail inviata a : Massimo Dalema, Piero Fassino, dsonline, Franco Giordano, Fausto Bertinotti, la repubblica, il manifesto, il quotidiano, Michele Santoro, Marco Travaglio.

16 mag 07

"Vi scrivo da un paesino della provincia di Reggio Calabria. A Cardeto, come in tanti comuni italiani, a breve si sfideranno per le amministrative tre liste. Una di RIFONDAZIONE COMUNISTA, una DS - LISTA TROMBA (e già qui si potrebbe discutere) ed una lista CIVICA. Due giorni fa è venuto a Cardeto l'on. Marco Minniti, il quale ha tenuto un comizio che ovviamente intendeva sponsorizzare la lista DS ( e fino a qui nulla di anomalo) se non fosse che proprio dentro quella lista ci sono due elementi (Saverio Quattrone, Cristoforo Russo) tesserati di FORZA ITALIA!!!!!!. La "porcata" ha raggiunto dimensione scandolose quando la sera dopo dell'intervento di Minniti gli stessi candidati per la lista DS accoglievano nella nuova sezione FORZISTA l'on Craxi, invitata appunto per l'inaugurazione della stessa. Anche se la sfacciataggine di questi due candidati non mi scandalizza ( visto anche il partito al quale sono tesserati) non mi viene facile pensare che l'on. Minniti non sappia niente di tutto ciò e se anche non lo sapesse la cosa sarebbe ancora più grave!!
Ad oltre un anno dall'assasinio di Fortugno, in Calabria non è proprio cambiato niente!! Ed il perchè lo sappiamo tutti! Sono questi giochi sporchi, questi inciuci, promossi da esponenti politici di spicco ed apparentemente "immacolati" che scoraggiano la gente onesta a lottare e terranno obbligatoriamente queste terre sotto il giogo della politica-mafiosa/ mafia-politica (o forse non c'è bisogno di separare i due vocabili visto che il significato coincide :-) )
Vi sarei molto grato se sottoponeste la questione ad un esponente DS (magari allo stesso MINNITI) . Noi giovani di Calabria non ce la facciamo più a vedere queste cose che offendono la nostra intelligenza, la nostra morale, la nostra fiducia nelle istituzioni, la nostra dignità ma soprattutto distruggono la figura di uno Stato da troppo tempo assente!!
Confidando nella vostra professionalità e nella vostra attenzione verso cose di questo tipo e sperando che mi facciate sapere qualcosa (almeno se avete letto la mail) vi auguro un buon lavoro!!"

E qui l'unica risposta che è arrivata:

"Gentile signor Trunfio,
ho ricevuto la Sua email del 16 maggio scorso ed ho letto attentamente quanto Ella ha inteso cortesemente rappresentarmi.
Non sono nelle condizioni di poter intervenire sul tema da Lei esposto, perché il mio ruolo di Presidente della Camera me lo impedisce, altrimenti ci sarebbero molte
argomentazioni su cui riflettere. Spunti di riflessione che invece potranno essere affrontati in maniera esauriente dai dirigenti DS, che sono gli unici titolati a risponderLe.
Nel ringraziarLa per la Sua attenzione, colgo l'occasione per inviarLe il mio saluto più cordiale."
Fausto Bertinotti

Non voglio aggiungere altre opinioni a quanto è accaduto ed al silenzio con il quale la cosa è stata affrontata ma chiedo a tutti voi che leggerete il testo di meditare sulle condizioni in cui versa oggi il sud-Italia e sui motivi che lo obbligano ad essere la regione più arretrata e povera dell'Unione Europea. Credo che tutti voi convergerete in un'unica risposta: la vera mafia è la politica!

15 commenti:

  1. Guardati intorno a 360 gradi, scoprirai tante altre cose. Sei stato molto di parte. Se vuoi crescere devi guardare le cose fino in fondo prima di commentare ed avere il coraggio di parlare contro tutti e contro tutti quelli della stessa specie, altrimenti non puoi dire di essere diverso.

    RispondiElimina
  2. Vorrei rispondere al sig. Anonimo dicendo che prima di tutto bisogna avere il coraggio e la dignità di presentarsi (ma evindentemente ha qualcosa da nascondere!); secondo, non credo di essere stato di parte e anche qualora lo fossi stato il blog è mio e se lo voglio essere sono libero di farlo (sul web fortunatamente non si possono fare editti bulgari - ogni riferimento a FORZA ITALIA ed al suo presidente è puramente casuale-); terzo, sono aperto a qualsiasi dialogo pubblico (con nomi e cognomi di chi interviene) e se c'è qualcuno che riesce a smentirmi con i fatti sappia che non sto aspettando altro; quarto, mi chiarisca gentilmente le ultime due righe del suo commento che per quanto possa sforzarmi le giuro non riesco ad interpretare.
    Buona lettura a tutti!

    RispondiElimina
  3. Caro Ovetto, tu credi di stare a scanna e di vedere a piu' di mille miglia con la veduta corta di una spanna.Non devi chiedere cio' che il tuo paese a fatto per te, ma cio' che tu hai fatto per il tuo paese.Non rendi un buon servizio facendo passare il messaggio che siamo come nella locride, perche' sai bene che non è così.Se vuoi affrontare invece il problema del perchè i giovani della tua,della mia ed anche di questa generazione che sta crescendo,sono avulsi dalla politica,allora sono pronto al confronto.con stima giovanni fotia

    RispondiElimina
  4. Intanto mi fa piacere che il mio intervento abbia sollevato delle discussioni che se condotte giustamente possono portare beneficio alla vita politica del paese.
    Non ci vuole certo un occhio clinico, esperto e cinico per capire che un accordo (riconosciuto o no, ma di fatto esistente) tra due forze politicamente contrapposte non sia testimonianza di una buona conduzione della politica locale. Ed i fatti mi danno ragione.
    mi scuso pubblicamente se nella mail ho lasciato intendere qualsiasi collusione mafiosa della lista TROMBA o delle altre. Non era questo il mio pansiero! Volevo, invece alludere alla situazione politica CALABRESE che non si può nascondere (e tutti lo sappiamo! non facciamo gli ipocriti)) sia gestita da forze misteriose.Aggiungo che non ho pubblicato dei commenti che mi sono arrivati perchè a mio avviso, privi di ragione e di buon senso.
    Non pubblico la mail di MIMMO QUATTRONE perchè non è stat inserita come commento ma mi è stata inviata come mail! Saluti al popolo CARDETESE!

    RispondiElimina
  5. MIMMO QUATTRONE12 giugno 2007 20:45

    Egregio Sig.Ciccio Trunfio La pregherei innanzitutto,di dichiararSi a quale schieramento politico appartiene;chi le risponde(in merito "all'inciuciata")e' un suo concittadino che ha a cuore le sorti di Cardeto(visti gli esiti elettorali),non la individuo come parte integrante in un contesto di crescita socio -culturale per il nostro Paese.A quanto ho appreso Lei vive a Milano per motivi di lavoro e constato con piacere che tra lavoro -riposo e visite a locali notturni trova il tempo
    per interessarsi agli "inciuci"tra rifondaroli e le pseude forze "neo laico-clericali"(vedi Milingo e "u prufissuri,questo Le era sfuggito)per assicurarsi la continuita'nella gestione del comune,un consiglio:Si trastulli nella Milano da bere(quella Milano che oggi Le da da vivere),Si diverti a lunghe passeggiate notturne lungo corso Buenos Aires,lasci che si occupino alle stesure delle strategie politiche chi davvero ha interesse che Cardeto si riscatti dalle varie lobby che dall'immediato dopoguerra hanno soggiogato i nostri conterranei.La saluto cordialmente.Un forzista.

    RispondiElimina
  6. Dopo aver letto le tue "inserzioni" e le risposte, non mi resta che chiederti, per la salvaguardia dell'immagine di Cardeto, mio paese natio che adoro,di cancellare con urgenza questo blog che non è degno di stare in rete. Un cardolo DOC.

    RispondiElimina
  7. Caro Anonimo 2 (o forse sei sempre lo stesso).L'immagine di Cardeto la rovinano persone come te e come quelli che vogliono far passare per normali delle cose che non lo sono. Ricordati che se Cardeto è in queste condizioni, se i giovani scappano e le famiglie emigrano, lo deve a quelli come te che si definiscono CARDOLI DOC. Vorrei anche sottilinearti che questo blog è stato visto da circa 900 persone in 60 giorni con più di 2000 pagine viste e da tutto il mondo!!! (è più visto il blog su internet che tu dalle tue persone più care) e quello che non è degno di stare sul web lo decidono i visitatori :-)
    AGGIUNGO CHE NON ACCETTO PIù MESSAGI INVIATI DA CODARDI CHE HANNO IL CORAGGIO DI PRESENTARSI!!!!

    RispondiElimina
  8. Egregio sig. Mimmo Quattrone,
    premettendo che una persona che scive in lingua italiana, cosi come prova maldestramente a far lei, si occupa della "crescita socio-culturale" del nostro paese mi preoccupa e non poco.
    Anche se per motivi di studio e di lavoro vivo lontano da Cardeto credo, forse presuntuosamente, di aver contribuito e di contribuire allo sviluppo del paese più di quanto abbia potuto fare lei con le sue sporadiche visite domenicali (visto che mi sembra che neanche lei via a Cardeto!!). Ricambio i saluti cordiali. Un amante della verità.

    RispondiElimina
  9. Ho l'impressione che questo blog, stia diventando un ring (e questo non era nelle intenzioni del suo fondatore, ne sono certo!),dove a darseli di santa ragione non sono altro che delle persone, che alla fine vogliono il bene del nostro amato paese. Chi vuole il bene di questo piccolo centro, deve scrivere delle stupende attrazioni paesaggistiche che lo caratterizzano,dell'accoglienza, che le persone del posto hanno come "valore" primario,dell'arte culinaria che calamita a se sempre piu' persone dalla vicina Reggio e dai centri piu' vicini,dai consigli comunali in piazza,che vista la politica di questi tempi....rendono il paese da esempio verso le altre realtà.Sono queste e tant'altre le cose da dire sul blog,per dare a chi ci guarda da fuori, l'esatta dimensione di questo paese che anche e sopratutto per colpa nostra, visti questi deprecabili litigi,non è visto come realmente è.Con stima GIOVANNI FOTIA

    RispondiElimina
  10. Caro GIOVANNI, trovo che hai perfettamente ragione!!!
    Infatti questo è stato il primo e l'ultimo intervento politico sul blog!! Vorrei chiudere la questione(almeno su questo blog) e rimandare questi scontri ad altri luoghi e ad altre sedi sicuramente più appropriate.
    Il blog sta avendo un ottima visibilità e mi stanno contattando in tanti (redazioni giornalistiche, associazioni di ricerca, semplici curiosi) per cercare di conoscere questo paese dalle mille potenzialità! Un saluto
    Francesco

    RispondiElimina
  11. Credo,caro Ciccio, che il mio modo di scrivere ("maldestro"come dici Tu)l'abbia appreso in uno degli Istituti che con l'italiano(e non solo)scritto e parlato,sia il piu' accreditato di tutto il meridione.Inoltre non era mio intento prof.Emerito(ho appreso della Tua cattedra in lettere ora)di disturbarti, per sottolinearmi il modo "maldestro" con cui uso la lingua italiana,bensi'il fine di intraprendere un confronto costruttivo, per fugare ogni dubbio, circa la volonta' comune di una crescita socio-culturale del nostro amato Comune.

    RispondiElimina
  12. Adesso che ce le siamo date di santa ragione, convengo con te che è utile prodigarsi per un dialogo costruttivo che possa essere di giovamento per il nostro ben amato paesello! Saluti milanesi.

    RispondiElimina
  13. bravo per il blog di cardeto. ciao. Saverio Q della francia. A presto.

    RispondiElimina
  14. Ciao a tutti di saverio della francia bye.

    RispondiElimina

Avvertenze da leggere prima di intervenire sul blog.

Non sono consentiti:
- messaggi non inerenti al post
- messaggi privi di indirizzo email
- messaggi anonimi (cioè senza nome e cognome)
- messaggi pubblicitari
- messaggi con linguaggio offensivo
- messaggi che contengono turpiloquio
- messaggi con contenuto razzista o sessista
- messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

Related Posts with Thumbnails